LA RIGENERAZIONE
DELLO SCALO DI PORTA ROMANA

DAGLI SCALI,
LA NUOVA CITTÀ

Scali Milano è il progetto che ha lo scopo di riqualificare oltre un milione di metri quadrati di aree dismesse all’interno dei confini comunali di Milano. Sette scali ferroviari, che per decenni hanno caratterizzato il tessuto urbano milanese, cambieranno totalmente aspetto e, da aree dismesse, diverranno nuove polarità urbane al centro della vita e dell’economia del capoluogo lombardo. Il processo è stato inaugurato con l’evento “Dagli Scali, la nuova Città” del dicembre 2016, che ha anticipato di pochi mesi la sottoscrizione – da parte di Comune di Milano, Regione Lombardia e Gruppo FS Italiane – dell’“Accordo di Programma per la trasformazione urbanistica delle aree ferroviarie dismesse in correlazione con il potenziamento del sistema ferroviario milanese”, avvenuta nel 2017. Si tratta di uno dei più ampi e ambiziosi piani di rigenerazione urbana in Europa.

anchor

IL CONCORSO INTERNAZIONALE PER
LO SCALO DI PORTA ROMANA

Lo Scalo di Porta Romana a Milano si colloca nel settore urbano sud, nell’area compresa fra il ponte di via Ripamonti, a ovest, e il ponte di corso Lodi, a est, a ridosso della storica cerchia viabilistica esterna. Ha ospitato lo scalo ferroviario ora dismesso di “Milano Porta Romana”. I binari che restano in esercizio attraversano con una sezione contenuta l’area centrale.

CVP_SPR_19-07-03_highlighted_Y

Credits: image courtesy of Antonio Citterio Patricia Viel

L’area dello Scalo di Porta Romana a Milano sarà interessata da un intervento di rigenerazione urbana, oggetto di un concorso internazionale per la redazione del Masterplan. Il concorso è stato bandito nel dicembre 2020 dal Fondo Porta Romana, aggiudicatario della gara indetta da FS Sistemi Urbani Srl e Rete Ferroviaria Italiana SpA, per l’acquisizione dello Scalo. L’area di circa 190.000 mq (oltre alla residua porzione di 26.000 mq delle Ferrovie) sarà anche sede del Villaggio Olimpico per ospitare gli atleti delle Olimpiadi Invernali del 2026.

Secondo quanto stabilito dal bando del concorso internazionale per la redazione del Masterplan, lo sviluppo prevede un grande parco, che si estenderà per circa 100.000 mq, attorno al quale sorgeranno residenze, uffici, social housing, student housing e servizi interconnessi a tutta l’area metropolitana tramite le stazioni della ferrovia e della metropolitana. All'interno dello Scalo:

  • verrà realizzato il Villaggio Olimpico dei Giochi Invernali 2026 che al termine delle competizioni sarà trasformato in student housing con circa 1.000 posti letto da COIMA, che svilupperà anche la componente residenziale libera e agevolata;
  • Covivio svilupperà funzioni a uso ufficio e servizi;
  • Prada Holding, interessata soprattutto alla qualità del parco, realizzerà un edificio a uso laboratorio e uffici per estendere le sue attività già presenti nell’area.

L’operazione consente il recupero di un’area dismessa e la sua rigenerazione ispirata a principi di sostenibilità, con un progetto per qualità, dimensioni e finalità comparabile ai migliori interventi urbanistici a livello europeo.

Responsabile Unico del Concorso:
Leopoldo Freyrie

La giuria

Presidente: Gregg Jones

Design Principal, Pelli Clarke Pelli Architects

Manfredi Catella

CEO & Founder, COIMA

Simona Collarini

Direttore Area Pianificazione Urbanistica Generale, Comune di Milano

Alexei Dal Pastro

CEO Italy, Covivio

Bruno Finzi

Presidente Ordine degli Ingegneri, Provincia di Milano

Carlo Mazzi

Consigliere Delegato, Prada Holding S.p.A.

Laura Montedoro

Delegata Ordine degli Architetti, Provincia di Milano

Supplenti: Ezio Micelli (Professore Ordinario di Estimo e Valutazione Economica dei Progetti, Università IUAV di Venezia) e Carlotta Penati (Consigliere Ordine degli Ingegneri, Provincia di Milano).

Alla prima fase del concorso, conclusa nel gennaio 2021, hanno partecipato 47 Team multidisciplinari composti da un totale di 329 soggetti provenienti da 14 Paesi.

Al termine delle valutazioni, la giuria del concorso ha selezionato i 6 raggruppamenti finalisti in base alle competenze interdisciplinari dei gruppi di lavoro, all’esperienza in progetti comparabili e alla metodologia progettuale presentata, che sono stati invitati a partecipare alla seconda fase del concorso:

1.

BIG - Bjarke Ingels Group
Buro Happold, Atelier Ten, MIC - Mobility in Chain, Atelier Verticale, Ubistudio, SCE Project

2.

Cobe A/S
SD Partners S.R.L., TRM Group S.R.L., AKT II, Hilson Moran, Urban Foresight

3.

John McAslan + Partners
Meinhardt, Barker Langham, Makower Architects, Urbn’ita, MVVA, ESA Engineering

4.

OUTCOMIST, Diller Scofidio + Renfro, PLP Architecture, Carlo Ratti Associati
Gross.Max, Nigel Dunnett Studio, Arup, Portland Design, Systematica, Studio Zoppini, Aecom, Land, Artelia

5.

Skidmore, Owings & Merrill (Europe) LLP – SOM
Michel Desvigne Paysagiste (MDP), TSPOON, Work in Progress srl. (WiP), Drees & Sommer (DRESO), Elisabetta Lazzaro, United Consulting sr

6.

Studio Paola Viganò
Inside Outside, OFFICE KGDVS, Piovenefabi, Ambiente Italia, F&M Ingegneria, TPS PRO, Antonella Faggiani - Smart Land Srl

Il 31 marzo 2021 è stato proclamato il Masterplan vincitore "Parco Romana"

SOGGETTI ATTUATORI

L’impegno di COIMA SGR, Covivio e Prada Holding conferma il desiderio dei tre operatori di riconnettere al centro storico della città i limitrofi quartieri a sud dello Scalo Porta Romana, ove le tre società sono da tempo presenti con immobili a destinazione residenziale, commerciale e culturale, attraverso un progetto di eccellente qualità estetica, funzionale e socialmente utile.

COIMA SGR LogoRGB-29-01

COIMA è una piattaforma leader nell’investimento, sviluppo e gestione di patrimoni immobiliari per conto di investitori istituzionali. COIMA SGR, società di Investment & Asset management, gestisce 27 fondi di investimento immobiliare con oltre 7 miliardi di euro di investimenti e conta nel proprio portafoglio oltre 150 proprietà, incluso 34 immobili certificati LEED. COIMA Srl, società di development e property management, in oltre 40 anni ha sviluppato e gestito immobili per oltre 5 milioni di metri quadrati. Fra i progetti più importanti la piattaforma ha co-investito, co-sviluppato e gestisce ancora oggi il progetto Porta Nuova a Milano, uno dei più prestigiosi piani di riqualificazione urbana d’Europa.

Covivio_logo_Black

Covivio, con € 25,7 miliardi di patrimonio gestito, è una delle principali società immobiliari in Europa. Quotata all’Euronext di Parigi e su Borsa Italiana, conta oltre 1.000 dipendenti, ed è attiva nei segmenti uffici, residenziale e alberghiero.
La mission di Covivio sintetizzata nel claim “Build sustainable relationships and wellbeing”, pone le persone al centro della propria strategia di business, e conferma la volontà del Gruppo nell’assumere impegni concreti e ambiziosi nei confronti di tutti i propri stakeholder.
Grazie alle consolidate competenze immobiliari, ai lunghi rapporti di partnership con i propri clienti e a una forte connotazione europea, Covivio contribuisce alla progettazione delle città del futuro, attraverso lo sviluppo di nuovi spazi da vivere inclusivi, sostenibili e sicuri.
A Milano, in cui è concentrato il 91% del portafoglio Italiano a uso uffici del Gruppo, Covivio è uno dei principali player della trasformazione urbana con una pipeline di sviluppo immobiliare pari a circa € 1 miliardo: tra i progetti in corso, oltre agli interventi di rigenerazione dello Scalo di Porta Romana, e dei business district Symbiosis e The Sign, anche i progetti di riqualificazione del proprio portafoglio esistente per adeguarlo ai più recenti standard in termini di flessibilità ed efficienza.

PRADA_Holding_logo_Black

Prada Holding S.p.A., costituita in Lussemburgo nel 1997 e trasferita a Milano nel 2014, è una società che si occupa della gestione di partecipazioni industriali e immobiliari.
In particolare detiene l’80% circa di Prada S.p.A., quotata presso l’Hong Kong Stock Exchange (codice HKSE: 1913) che a sua volta controlla il multinazionale Gruppo Prada il quale possiede alcuni dei più prestigiosi marchi nel settore del lusso, Prada, Miu Miu, Church’s, Car Shoe e Pasticceria Marchesi 1824.
I suoi interessi immobiliari si rivolgono principalmente al comparto del retail di elevato standing. 
Prada Holding è controllata dai coniugi Patrizio Bertelli e Miuccia Prada, i quali hanno promosso la Fondazione Prada, attiva a Milano nel campo dell’arte contemporanea, che ha raggiunto una posizione di rilievo in campo culturale a livello internazionale.

anchor

ACCORDO DI PROGRAMMA

L’intervento di riqualificazione dello Scalo di Porta Romana si colloca nell’ambito dell’Accordo di Programma per la riqualificazione dei sette Scali ferroviari dismessi, sottoscritto nel giugno 2017 da Comune di Milano, Regione Lombardia e Ferrovie dello Stato.

Si tratta del più grande piano di rigenerazione urbana per Milano nei prossimi 20 anni, uno dei più grandi progetti di ricucitura e valorizzazione territoriale in Italia e in Europa.

Come stabilito dall’Accordo di Programma, lo sviluppo seguirà le linee tratteggiate dal Masterplan che sarà selezionato tramite il concorso internazionale indetto dal Fondo Porta Romana.

Lo stesso Accordo di Programma, per lo Scalo di Porta Romana, definisce in 164.000 mq di Superficie Lorda (SL) le aree edificabili e nel 50% dello scalo le superfici di aree a verde e di spazi pubblici.

L’articolo 9 stabilisce, inoltre, che per tutti gli Scali «i Masterplan e le proposte di Piano Attuativo dovranno seguire un percorso di dibattito pubblico».

La Consultazione Pubblica è dunque un adempimento sostanziale e un momento imprescindibile del processo inclusivo e collaborativo che caratterizza la visione di tutti i soggetti, pubblici e privati, che nel 2017 hanno sottoscritto l’Accordo di Programma sugli Scali Ferroviari nel Comune di Milano.